Tiziana Ficacci

LibereLaiche

Mese: dicembre, 2015

Essere libere – bis

Ci sono alcune donne (di Se non ora quando) che promuovono appelli contro la maternità surrogata * ma mai ne hanno fatti a favore delle unioni civili per tutti. Però questo appello è riuscito a increspare un po’ le acque su quelle unioni perché chi non vuole che gli omo e gli etero abbiano gli stessi diritti, ritiene che quella opzione sia per loro e per loro solo. Quindi l’appello lanciato da Snoq, oltre a mostrare un egoismo di cui non si sentiva il bisogno nel momento aspro che stiamo vivendo, ha gettato fango su chi crede che le unioni civili siano un bisogno essenziale per una società libera ordinata equa.

*per maternità surrogata si intende quella di una donna che volontariamente e liberamente ospita nel proprio utero un embrione prodotto con la fecondazione in vitro e che si è impegnata a consegnare il neonato.

https://liberelaiche.wordpress.com/2015/12/08/4758/

http://27esimaora.corriere.it/articolo/veronesi-il-mio-si-allutero-in-affitto/

http://simonasacri.com/it/america/canada/5-buoni-motivi-vancouver.php  (questo è un suggerimento vacanziero)

 

Intervista a Marco Cappato: “L’eutanasia di Dominique, ho aiutato lei e anche altri”

See more at: http://www.associazionelucacoscioni.it/rassegnastampa/intervista-marco-cappato-leutanasia-di-dominique-ho-aiutato-lei-e-anche-altri#sthash.9fqgKgVR.dpuf

Piccola anima, smarrita e soave, compagna e ospite del corpo, ora t’appresti a scendere nei luoghi incolori, ardui e spogli, ove non avrai più gli svaghi consueti. Un istante ancora, guardiamo insieme le rive familiari, le cose che certamente non vedremo mai più… Cerchiamo d’entrare nella morte a occhi aperti… (Memorie di Adriano, Marguerite Yourcenar)  Quando la fame mozzica sembra secondario pretendere diritti sociali, ma è proprio la povertà che perpetua l’illegalità. I parlamentari che hanno ignorato l’ennesimo appello a legiferare sull’eutanasia non evitano “l’argomento divisivo” come ha detto il solito reggitonaca di turno, perché hanno una scala valoriale alta e nobile non compresa dai cittadini comuni, ma perché ignorano l’abc della democrazia e sono consapevoli che il loro reddito e la loro informazione gli consentirà di non usufruire mai delle leggi vigenti. A raccogliere l’appello, lanciato tra gli altri dall’autorevole prof. Veronesi, si sono sottratti anche i nostri pavidi giornalisti di regime che temono di affrontare un argomento che se fosse posto all’attenzione del grande pubblico potrebbe scatenare una reazione popolare (un dibattito) che metterebbe a rischio la comoda greppia in cui mangiano e che gli è concessa dal principe di turno. Meglio tacere, pensano i liberi giornalisti a posto fisso della rai o nuove star che si spostano su altre reti con incredibili compensi milionari. Accantonata per morte dalla vergogna la scandalosa legge sul biotestamento che avrebbe consegnato le nostre vite al giudizio del medico di turno (licenziata nel 150° anno dell’Unità, sarebbe stata una macchia indelebile durante un anniversario che ebbe come tratto distintivo la separazione tra Stato e Chiesa), l’argomento non è mai più entrato in agenda. Pigri partitocrati che si riempiono la bocca con l’Ue  (magari!) negano alle persone quello che non rifiuterebbero ai loro animali. Nessuno di noi è preparato alla morte di una persona cara, forse nessun padre nessun  fidanzato nessun amico  ci chiederà adesso è arrivato il momento in cui tu…, ma lo sappiamo che confidano in noi – nell’amore affetto amicizia che per tutta una vita gli abbiamo riservato – lo sappiamo che arriverà quel momento. E non possiamo tirarci indietro, essere egoisti, anche se è difficile lasciare andare via chi amiamo… ecco, vorremmo che non ci venisse proibita almeno la stessa compassione che riserviamo ai cani. E che venisse rispettata la nostra privatezza e quella dei nostri amati. Senza imporre dolori inutili e umiliazioni. Anche chi confida in Dio è consapevole che alcune vite vengono prese troppo presto e altre troppo tardi.

Annunci

Essere libere

Se c’è una cosa che mi ha insegnato il femminismo, è che non importa quale sia la scelta che una donna fa, ma che la possa fare. E’ anche per questo che non ho amato tanto il gruppo d donne “Se non ora quando” sempre troppo giudicante. Ma criticare con tanta veemenza la pratica  dell’utero in affitto sostenendo che la maternità non è in vendita mi pare francamente troppo.  Se una donna è libera  e usa il suo corpo per una nuova vita, sobbarcandosi la gravidanza dietro compenso è un problema? Non è questo un modo di essere generosi, anzi, umani? Possibile che bisogna ridurre la maternità la gravidanza il parto a una cosa animalesca e non ad una azione intelligente? Possibile che la libertà di disporre di se’ sia considerata un pericolo?

Se non ora quando, e se non noi chi per noi? * Ecco, è il caso che a decidere siamo noi. E non gli altri.

*

https://it.wikipedia.org/wiki/Pirkei_Avot

http://www.repubblica.it/cronaca/2015/12/04/news/femministe_contro_l_utero_in_affitto_non_e_un_diritto_-128746486/

Eh no, care ragazze, l’utero è vostro ma lo gestiamo noi femministe storiche, che quando voi non eravate nate abbiamo combattutto per la vostra autodeterminazione, per farvi abortire in modo civile, alla luce del sole e protette dalla legge. Ora ci tocca difendervi non per interrompere una vita, ma per darla in modo corretto, senza cadere di nuovo nello sfruttamento che con noi donne è sempre in agguato…Care amiche e simpatiche firmatarie dell’appello contro la GPA (gestazione per altri), anche la vostra ingenuità è sempre in agguato. “Se non ora quando-libere” Ma perché proprio adesso? Non è prevista nessuna modifica alla legge 40 che lo vieta, ci sono invece mobilitazioni di vario colore per ostacolare il cammino del ddl Cirinnà (l’avete letto? Parla di questo?) c’è in atto una vera truffa culturale sul gender che per fortuna ha i giorni contati da quando l’ha capito il Miur, allertato dalle migliori teste pensanti  sulla piazza. Come non vi rendete conto che vi siete schierate con Alfano e Lupi e con tutta la galassia di movimenti cattolici oltranzisti, di quelli che ce l’hanno più con questo papa che col diavolo? Da  chi è partito questo appello? Le amiche di “se non ora quando” non “libere” che dicono? Prenderanno le loro distanze come i firmatari Maraini, Gifuni, Bergamasco e vedremo ancora quanti altri ? Di tutto si puo’ e si deve discutere, ma contesto in questo caso la formula dell’appello. Come se questo fosse il solo possibile ed evidente sfruttamento della donna e non lo fosse anche l’aborto, tanto per parlare di utero. Penso che bisogna combattere ogni forma di sfruttamento, anche quello della raccolta dei pomodori che mangiamo tutti i giorni. Non è vietando il consumo di pomodori che si risolve qualcosa. C’è invece qualcosa di bello nella GPA, che non avrei capito se non fosse mi capitato in famiglia, a me femminista storica che ho visto e condiviso molte vostre battaglie e che forse avrei firmato con voi, ingenua come sono a 70 anni suonati! Ma la storia dei miei 3 stupendi nipoti mezzo americani nati con GPA e dei loro 2 genitori maschi ve la racconto un’altra volta. Spero di cuore che tutto si ridimensioni e, nel mio piccolo, che passi questa benedetta Step child adoption e che la famiglia di mio figlio, che vive nel Nord Europa, non sia spinta a restarci per questo motivo.  Claudia Toscano

– See more at: http://www.italialaica.it/gocce/55037#sthash.VcIBQCPQ.dpuf

 

Ogni “maledetto” natale bis

Adesso che l’Italia sta diventando multietnica come il resto del mondo, si svegliano i genitori – pochi ma molto organizzati – paladini dei valori cristiani ritenuti radici. Fossi cattolica mi opporrei a chi vuole esaltare presunte radici per separare. Perché non sono razzista.  Quanto a quei partiti che sbandierano simboli accanto alle loro bandiere li fuggirei, per non essere strumentalizzata e perché non sono razzista. A quelli che pretendono piazze piene di musulmani che devono prendere le distanze direi, ma da cosa? Se si crede nella colpa collettiva si è vittime di un gravissimo pregiudizio razziale. (che peraltro i cattolici conoscono bene visto che ci hanno fondato sopra l’antisemitismo) 

https://liberelaiche.wordpress.com/2015/11/29/ogni-maledetto-natale/